Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

La nuova legge ambientale

La revisione della Legge Ambientale, entrata in vigore a gennaio 2015, introduce cinque disposizioni chiave:

  1. aumento delle responsabilità di chi inquina, con meccanismi sanzionatori significativamente più aspri, la possibilità di far chiudere gli stabilimenti che non si adeguano e l’obbligo di pubblicare i documenti della Valutazione di Impatto Ambientale;
  2. aumento delle responsabilità degli Enti Pubblici e dei funzionari pubblici, i quali non solo saranno valutati sulla base delle performance ambientali dei territori che Amministrano, ma saranno anche soggetti a provvedimenti più pesanti in caso di omessa vigilanza o violazione della legge stessa, con pene che includono anche l’arresto;
  3. aumento della divulgazione al pubblico, specificatamente si determina che le Pubbliche Amministrazioni rilascino al pubblico i dati del monitoraggio ambientale, così come le industrie più inquinanti;
  4. azioni legali nel pubblico interesse, che possono esser patrocinate da ONG con specifici requisiti,
  5. protezione per gli informatori che segnalano reati ambientali.

Per la prima volta, sia pure con forti limiti, la popolazione viene direttamente chiamata in causa come elemento attivo dell’azione di vigilanza, sia nei confronti dell’azione delle Pubbliche Amministrazioni, sia nei confronti delle industrie.

Viene anche stabilito che, qualora si scopra che un funzionario pubblico abbia violato la legge, omettendo di vigilare o rilasciando permessi non dovuti, qualora le Amministrazioni locali non predano provvedimenti adeguati, allora possono intervenire le Amministrazioni di livello superiore (Articolo 67).

Si determina, inoltre, che le Amministrazioni locali non possono rilasciare autorizzazioni in deroga agli Standard Guobiao, se non per imporre limiti più restrittivi, che devono comunque essere comunicati al Governo.

La legge ambientale definisce uno scenario molto più duro rispetto a quello precedente, nei confronti sia delle industrie che degli amministratori locali, senza però definire le regole per lo sviluppo del mercato ambientale. Anche per questo motivo, l’azione di Law Enforcement è stata inizialmente blanda, in attesa dell’attuazione delle riforme successivamente implementate, ma si prevede che nel corso del 2016 si farà molto più attenta ed aspra.

Copyright © 2015 by EEGEX - Energy Environment Global Exchange
c/o VEGA Science and Technology Park of Venice - Via Della Libertà 12 - 30175 Venice - Italy
Business Authorization: IT04279640272

Background picture by Simone Padoan: the "Sella group", a plateau-shaped massif in the Dolomites mountains of northern Italy